DANTE’S PRAYER
La preghiera di Dante
 
Quando la selva oscura si parò davanti a me
E tutti i sentieri furono coperti
Quando i sacerdoti dell'orgoglio dicono che non c'è altra via
Ho arato la sofferenza di pietra

Non ho creduto perché non ho potuto vedere
Eppure sei venuta da me nella notte
Quando l'alba sembrava persa per sempre
Mi hai mostrato il tuo amore nella luce delle stelle

Posa i tuoi occhi sull'oceano
Affida la tua anima al mare
Quando la notte oscura sembra senza fine
Ti prego ricordati di me


Poi la montagna fiorì dinnanzi a me
Dal profondo pozzo di desiderio
Dalla fontana del perdono
Oltre il ghiaccio ed il fuoco

Posa i tuoi occhi sull'oceano
Affida la tua anima al mare
Quando la notte oscura sembra senza fine
Ti prego ricordati di me


Eppure noi condividiamo questo umile sentiero, soli
Come è fragile il cuore
Oh dona a questi piedi d'argilla ali per volare
Per toccare il volto delle stelle

Respira vita in questo debole cuore
Solleva questo mortale velo di paura
Prendi queste speranze sgretolate, incise dalle lacrime
Ci solleveremo sopra queste terrene preoccupazioni

Posa i tuoi occhi sull'oceano
Affida la tua anima al mare
Quando la notte oscura sembra senza fine
Ti prego ricordati di me
Ti prego ricordati di me
 
Testo e musica di Loreena McKennitt
Libera traduzione a cura di Feniks