GOD REST YE MERRY, GENTLEMEN
Dio ti conceda un sereno riposo, Gentiluomo
 
Dio ti conceda un riposo sereno, gentiluomo
E non permetta che nulla ti faccia paura
Ricorda che Cristo il nostro Salvatore
Nacque il giorno di Natale
Per salvare noi tutti dal potere di Satana
Quando avevamo smarrito la retta via

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


Da Dio nostro Padre Celeste
Venne un angelo benedetto
E ad alcuni pastori
Portò una novella simile
Di come fosse nato in Betlemme
Colui che è chiamato figlio di Dio

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


"Non abbiate timore" disse l'angelo
"Non lasciate che nulla vi spaventi
Oggi è nato il Salvatore
Dal seno di una vergine pura
Per liberare tutti coloro che credono in Lui
Dal potere e dalla forza di Satana"

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


I pastori a questa notizia
Si rallegrarono molto nel profondo del cuore
E trascurarono di pascolare le loro greggi
Tra la tempesta, nel temporale e con il vento
Si diressero a Betlemme
A trovare questo bambino benedetto

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


Ma quando giunsero a Betlemme
Dove giaceva l'infante
Loro lo trovarono in una mangiatoia
In cui i buoi mangiavano il fieno
Sua madre Maria inginocchiata
Pregava il Signore

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


Ora al Signore inneggiate
Voi tutti in questo luogo
E con vero amore e senso di fratellanza
Abbracciamoci l'un l'altro
Questo santo periodo del Natale
Tutti gli altri fa scomparire

Oh, novella di conforto e gioia
Conforto e gioia Oh, novella di conforto e gioia


 
Canto tradizionale del 18^ secolo adattato da Loreena McKennitt
Libera traduzione a cura di Feniks