Attendere prego...
.: La parola di ... Feniks :.

Una favola calcistica dall'Africa


Forse non tutti sanno cosa sia la Coppa d'Africa.
E' il campionato continentale di calcio (uguale a nostri Europei) che si sta svolgendo in questi giorni in Sud Africa.
In semifinale, a sorpresa, oltre alle conosciute Nigeria e Ghana, ci sono Mali e Burkina Faso, due degli stati più poveri al mondo.
In Mali infuria la guerra civile e centinaia di profughi si stanno riversando a Ouagadougou (si scrive proprio così), capitale del Burkina Faso.
Perchè il caso e la geografia vogliono che i due stati siano confinanti, e siano entrambi ex-colonie francesi, entrambi indipendenti dal 1960, entrambi poveri.
Qui il calcio significa dimenticare, almeno per qualche ora, la povertà e la difficoltà di un'esistenza che noi occidentali, abituati ad avere una casa, cibo e servizi, difficilmente possiamo immaginare. In questi paesi nulla è garantito: scuola, sanità, lavoro e persino acqua e cibo; qui non tutti i bambini non vanno a scuola, molti imparano prima a maneggiare le armi o gli attrezzi da lavoro che una matita. Pochi possono praticare sport.
Burkinabè e maliani, così i nomi delle due popolazioni, aspettano ora la partita che potrà portare i loro atleti nella storia e forse, grazie a loro, qualcuno di noi imparerà che esistono questi due stati, che hanno vissuto e stanno vivendo un momento terribile fatto di guerra e carestia.
Burkina Faso e Mali, due popolazioni tra loro solidali, che oggi, grazie allo sport, possono vivere il loro sogno.
Certo, domani tornerà il giorno e porterà il risveglio e così tutto sarà come prima, ma adesso, almeno per una notte, lasciamoli sognare.
Indietro


Guest   Pubblica
Comment
Max 5000 chr
 


Meteo Meteo (previsioni grafiche)

Google Search

Il tuo indirizzo IP: 3.227.254.12
  Sei il visitatore Nr.